Medicina nucleare

La medicina nucleare, nata nei primi anni ’30 per studi di fisiologia ha sviluppato numerose metodiche. E’ prima di tutto un servizio diagnostico spesso insostituibile, a disposizione della medicina generale e specialistica in grado di fornire valide risposte a numerosi quesiti diagnostici.
Essa si avvale dell’uso di radionuclidi a scopo diagnostico, terapeutico e di ricerca biomedica che , In una opportuna forma chimica o coniugati a molecole o cellule che fungono da vettori , vengono introdotti nell’organismo sotto forma di soluzioni, sospensioni, aerosol o altro.

I radionuclidi possono dunque comportarsi come traccianti funzionali permettendo studi diagnostici (“in vivo”e “in vitro”) o concentrarsi in tessuti patologici permettendone sia il riconoscimento sia, a volte, l’irradiazione terapeutica.

ALTRI REPARTI

Diagnostica radiologica
Diagnostica ecografica
Diagnostica cardiologica
Radioterapia Brachiterapia Ipertermia
Diagnostica neurologica
Laboratorio analisi

ALTRI REPARTI

Diagnostica radiologica
Diagnostica ecografica
Diagnostica cardiologica
Radioterapia Brachiterapia Ipertermia
Diagnostica neurologica
Laboratorio analisi