CONDIVIDI
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Elettrocardiogramma

REPARTI
Diagnostica cardiologica

L’elettrocardiogramma (ECG) e’ la registrazione dell’attivita’ elettrica del cuore che si verifica nel ciclo cardiaco.

Il principio su cui si basa la misurazione dell’attivita’ elettrica del cuore e’ prettamente fisiologico: l’insorgere degli impulsi nel miocardio porta alla generazione di differenze di potenziale (in seguito ddp), che variano nello spazio e nel tempo e che possono essere registrate tramite degli elettrodi.

La registrazione della ddp da parte di elettrodi posti sulla superficie corporea, avviene grazie alla conducibilita’ dei liquidi interstiziali del corpo umano.

Il tracciato elettrocardiografico rappresenta il metodo piu’ facile, meno dispendioso e piu’ pratico per osservare se l’attivita’ elettrica del cuore e’ normale oppure se sono presenti patologie di natura meccanica o bioelettrica.

Il normale tracciato ECG presenta un aspetto caratteristico che varia soltanto in presenza di problemi. Il tracciato e’ caratterizzato da diversi tratti denominati onde, positive e negative, che si ripetono ad ogni ciclo cardiaco.

Effettuando l’ecocardiogramma al Centro Aktis di Marano di Napoli, si puo’ valutare:

• la frequenza cardiaca;
• la presenza di eventuali disturbi o irregolarita’ del ritmo cardiaco;
• la presenza di ingrandimenti del cuore in toto o in alcune sue parti;
• la presenza di squilibri elettrolitici, cioe’ di alterazioni della concentrazione di ioni come sodio e potassio nel sangue
• in alcuni casi la presenza di un precedente infarto.

Le malattie per riconoscere le quali e’ fondamentale l’elettrocardiogramma sono le aritmie, i disturbi di conduzione e la cardiopatia ischemica nelle sue varie forme.

L’elettrocardiogramma, insieme con il dosaggio nel sangue degli enzimi provenienti dalle cellule cardiache danneggiate, e’ l’esame fondamentale per diagnosticare un infarto.

Insieme ad altre notizie ottenute dalla valutazione del malato e da altri esami, l’elettrocardiogramma puo’ essere importante anche per la diagnosi delle malattie delle valvole cardiache (valvulopatie), nella valutazione dello scompenso cardiaco e dell’ipertensione arteriosa.

Che cos'è

L'elettrocardiogramma (ECG) e’ la registrazione dell'attivita’ elettrica del cuore che si verifica nel ciclo cardiaco.

Il principio su cui si basa la misurazione dell'attivita’ elettrica del cuore e’ prettamente fisiologico: l'insorgere degli impulsi nel miocardio porta alla generazione di differenze di potenziale (in seguito ddp), che variano nello spazio e nel tempo e che possono essere registrate tramite degli elettrodi.

La registrazione della ddp da parte di elettrodi posti sulla superficie corporea, avviene grazie alla conducibilita’ dei liquidi interstiziali del corpo umano.

Il tracciato elettrocardiografico rappresenta il metodo piu’ facile, meno dispendioso e piu’ pratico per osservare se l'attivita’ elettrica del cuore e’ normale oppure se sono presenti patologie di natura meccanica o bioelettrica.

Il normale tracciato ECG presenta un aspetto caratteristico che varia soltanto in presenza di problemi. Il tracciato e’ caratterizzato da diversi tratti denominati onde, positive e negative, che si ripetono ad ogni ciclo cardiaco.

Effettuando l’ecocardiogramma al Centro Aktis di Marano di Napoli, si puo’ valutare:

• la frequenza cardiaca;
• la presenza di eventuali disturbi o irregolarita’ del ritmo cardiaco;
• la presenza di ingrandimenti del cuore in toto o in alcune sue parti;
• la presenza di squilibri elettrolitici, cioe’ di alterazioni della concentrazione di ioni come sodio e potassio nel sangue
• in alcuni casi la presenza di un precedente infarto.

Le malattie per riconoscere le quali e’ fondamentale l’elettrocardiogramma sono le aritmie, i disturbi di conduzione e la cardiopatia ischemica nelle sue varie forme.

L'elettrocardiogramma, insieme con il dosaggio nel sangue degli enzimi provenienti dalle cellule cardiache danneggiate, e’ l'esame fondamentale per diagnosticare un infarto.

Insieme ad altre notizie ottenute dalla valutazione del malato e da altri esami, l’elettrocardiogramma puo’ essere importante anche per la diagnosi delle malattie delle valvole cardiache (valvulopatie), nella valutazione dello scompenso cardiaco e dell'ipertensione arteriosa.

Richiesta di prenotazione

Utilizza il modulo seguente per richiedere una prenotazione per la prestazione corrente.

Nome*
Cognome
Data di nascita
Telefono*
E-mail*
Città
Indirizzo
A partire da
Note appuntamento

ALTRI ESAMI DI

Diagnostica cardiologica

Ecocardiografia
Ecocolordoppler
Ecodoppler
Esami Doppler
Holter cardiaco
Holter pressorio

REPARTI AKTIS

Diagnostica radiologica
Diagnostica ecografica
Diagnostica cardiologica
Radioterapia Brachiterapia Ipertermia
Diagnostica neurologica
Medicina nucleare
Laboratorio analisi

Ricerca l'esame o la prestazione