CONDIVIDI
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Elettroencefalogramma

REPARTI
Diagnostica neurologica

Al Centro Aktis di Marano di Napoli si effettuano esami elettroencefalografici.

L’elettroencefalografia (EEG) e’ la registrazione dell’attivita’ elettrica dell’encefalo. La tecnica e’ stata inventata nel 1929 da Hans Berger il quale scopri’ che vi era una differenza di potenziale elettrico tra aghi infissi nello scalpo oppure tra due piccoli dischi di metallo (elettrodi) quando essi sono posti a contatto sulla cute sgrassata del cuoio capelluto. La tecnica fu in seguito perfezionata da Herbert Jasper.

La rappresentazione grafica della registrazione e’ l’elettroencefalogramma.

L’elettroencefalografia viene registrata dall’elettroencefalografo che puo’ essere un apparecchio analogico oppure digitale e fornisce una traccia registrata su carta termica o millimetrata, su monitor con registrazione su Hard Disk CD o DVD, per una visione successiva.

E’ utilizzato nei casi di disturbi convulsivi come l’epilessia (registrazione di onde anomale come punte, punte-onda) o per segnalare la presenza di alterazioni che possono indurre il neurologo a chiedere una TAC oppure una RM per scoprire ascessi, calcificazioni, cisti, ematomi, emorragie, infiammazioni, malformazioni oppure tumori del cervello benigni o maligni.

L’Elettroencefalogramma, effettuato al Centro Aktis di Marano di Napoli, viene inoltre utilizzato negli studi sul sonno, per poter discriminare tra vari tipi di disturbi come le apnee nel sonno, l’epilessia notturna, le disonnie (insonnia, ipersonnia, narcolessia) e le parasonnie (bruxismo, enuresi notturna, pavor nocturnus , sonnambulismo).

Che cos'è

Al Centro Aktis di Marano di Napoli si effettuano esami elettroencefalografici.

L'elettroencefalografia (EEG) e’ la registrazione dell'attivita’ elettrica dell'encefalo. La tecnica e’ stata inventata nel 1929 da Hans Berger il quale scopri’ che vi era una differenza di potenziale elettrico tra aghi infissi nello scalpo oppure tra due piccoli dischi di metallo (elettrodi) quando essi sono posti a contatto sulla cute sgrassata del cuoio capelluto. La tecnica fu in seguito perfezionata da Herbert Jasper.

La rappresentazione grafica della registrazione e’ l'elettroencefalogramma.

L'elettroencefalografia viene registrata dall'elettroencefalografo che puo’ essere un apparecchio analogico oppure digitale e fornisce una traccia registrata su carta termica o millimetrata, su monitor con registrazione su Hard Disk CD o DVD, per una visione successiva.

E’ utilizzato nei casi di disturbi convulsivi come l'epilessia (registrazione di onde anomale come punte, punte-onda) o per segnalare la presenza di alterazioni che possono indurre il neurologo a chiedere una TAC oppure una RM per scoprire ascessi, calcificazioni, cisti, ematomi, emorragie, infiammazioni, malformazioni oppure tumori del cervello benigni o maligni.

L'Elettroencefalogramma, effettuato al Centro Aktis di Marano di Napoli, viene inoltre utilizzato negli studi sul sonno, per poter discriminare tra vari tipi di disturbi come le apnee nel sonno, l'epilessia notturna, le disonnie (insonnia, ipersonnia, narcolessia) e le parasonnie (bruxismo, enuresi notturna, pavor nocturnus , sonnambulismo).

Richiesta di prenotazione

Utilizza il modulo seguente per richiedere una prenotazione per la prestazione corrente.

Nome*
Cognome
Data di nascita
Telefono*
E-mail*
Città
Indirizzo
A partire da
Note appuntamento

ALTRI ESAMI DI

Diagnostica neurologica

Elettromiografia (EMG)

REPARTI AKTIS

Diagnostica radiologica
Diagnostica ecografica
Diagnostica cardiologica
Radioterapia Brachiterapia Ipertermia
Diagnostica neurologica
Medicina nucleare
Laboratorio analisi

Ricerca l'esame o la prestazione